Innovazione per il Recupero e la Valorizzazione del Costruito Storico

 

 

L’Italia è comunemente definita un “museo diffuso” per la vastità, l’importanza e la capillarità del patrimonio storico ed artistico presente sull’intero territorio. La salvaguardia, la protezione e la valorizzazione rappresentano un asset strategico per il sistema paese.

STRESS affronta il tema della protezione attraverso approcci metodologici integrati tipici del project management, partendo dalla considerazione generale, ma essenziale, che il patrimonio storico è per lo più raccolto all’interno di centri storici, definiti come sistemi resilienti e fortemente complessi. Risulta pertanto chiaro che, per una corretta definizione delle problematiche, pianificazione e progettazione degli interventi, è necessario partire da approcci a scala territoriale attraverso l’uso di molteplici tecnologie di rilievo e monitoraggio che, opportunamente integrate tra loro, consentono di individuare criticamente le aree in cui intervenire. Solo a valle di tale processo, sarà possibile progettare correttamente interventi atti alla mitigazione dei rischi naturali ed antropici.

In quest’ambito STRESS ricerca e sviluppa soluzioni ad alto contenuto tecnologico sostenibili ed ecocompatibili nel rispetto di standard di alta qualità ed in linea con i principi chiave del restauro: minimo intervento, rispetto dell’autenticità, reversibilità, compatibilità, distinguibilità degli interventi.
Solo attraverso un approccio di tipo integrato, in cui il patrimonio storico è visto come un sistema fortemente complesso, sarà possibile contribuire alla sua protezione nel tempo, aumentandone la fruibilità e la sicurezza e mantenendone inalterato il valore culturale e sociale.
Le azioni di protezione rappresentano la base di partenza per un’opportuna valorizzazione del costruito storico. La valorizzazione di un bene è diretta a migliorare le condizioni di conoscenza e ad assicurare la conservazione nel tempo del suo valore culturale ed estetico; a tal fine da un lato sono necessari strumenti e soluzioni innovative che favoriscano il contatto con l’edificio di pregio e dall’altro è necessario garantire un valore d’uso del bene.

Le moderne tecnologie ICT offrono nuove opportunità  nel campo della gestione e della tutela attraverso sistemi che consentono un esercizio più efficace e a minor costo, nella diagnosi del degrado dei beni, nelle attività di restauro, nella comunicazione a scopo divulgativo e incentivante per il turismo e nella fruizione.

 

I dimostratori Stress

 


 

 

Progetto Provaci - Tecnologie per la protezione sismica e la valorizzazione di complessi di interesse culturale

Dimostratore 1
Area archeologica di Cerreto Sannita: attività di rilievo e caratterizzazione, progettazione di percorsi di visita, attività di ricostruzione e fruizione virtuale, piani di valorizzazione e marketing

Dimostratore 2
Sviluppo di sistemi per la protezione, la fruizione e la valorizzazione dei resti archeologici in avanzato stato di degrado della domus dei fondi ex Cossar di Aquilea (UD)

Dimostratore 3
Applicazione di tecniche avanzate di rilievo con laser scanner 3D e ricostruzione tridimensionale del Monastero di S.Angelo d’Ocre

Dimostratore 4
Allestimento della Basilica di San Giovanni Maggiore con tecnologie innovative per presentare i risultati del progetto Provaci: App ed Avatar, pareti e pavimenti per la realtà virtuale, schermi tattili, visori Oculus e proiettori 3D

progettoprovaci.it

 


 

Progetto Metrics - Metodologie e tecnologie per la gestione e riqualificazione dei centri storici e degli edifici di pregio

Dimostratore 5
ndagini ispettive diagnostiche sulla struttura lignea di copertura del Salone della Meridana del MANN - Museo Archeologico Nazionale di Napoli per valutarne lo stato di degrado e fornire linee guida per la sua conservazione

Dimostratore 6
Valorizzazione del Museo di Mineralogia, nell’antico Collegio massimo dei Gesuiti, e del Museo di Paleontologia nel Complesso di San Marcellino e Festo

progetto-metrics.it

 


 

Progetto Seneca - Sensi e vibrazioni: musica e new media tra cultura e territorio

Dimostratore 7
Partendo dalla ricchezza delle tradizioni territoriali e gastronomiche del Sannio, si vuole creare a Benevento un percorso multisensoriale che sposi le vibrazioni della musica con quelle indotte, sugli altri sensi, dal territorio e dai suoi prodotti

Dimostratore 8

Realizzazione di un exhibit museale nelle sale dell’Archivio Storico della Fondazione Banco di Napoli, con istallazioni interattive e avatar, generando dei percorsi che uniscono sensi e vibrazioni in un’esperienza unica, in linea con le tendenze internazionali di fruizione dei musei e delle installazioni immersive.

 


 

#opencaserta - Redazione di una proposta di piano integrato di sviluppo dell’area storica di Caserta, in collaborazione con ITABC-CNR

Dimostratore 9
#OpenCaserta vuole essere una proposta intesa che punti a generare ambienti favorevoli all’emersione ed al trasferimento di innovazione, al fine di produrre nel tempo cambiamenti strutturali e di sviluppo sociale. L’Obiettivo è rendere fruibili ed accessibili - #open - le risorse potenziali del territorio. Utilizzare la conoscenza come chiave economico-sociale, attraverso lo sviluppo di un turismo integrato, accessibile a tutti, ed informatizzato, che renda, oltre la particolare bellezza della Reggia di Caserta, leggibili e tangibili le altre bellezze circostanti dal Real Sito di Carditello al Borgo di CasertaVecchia  seguendo idealmente il percorso dell’acquedotto carolino