slide 1

Innovazione

 

slide 2

... sostenibilità ...

slide 3

... sicurezza ...

slide 4

... resilienza ...

slide 5

... qualità della vita

 

SMART-CASE

Soluzioni innovative multifunzionali per l’ottimizzazione dei consumi di energia primaria e della vivibilità indoor nel sistema edilizio

 PON Ricerca e Competitività  2007-2013

               

progetto-smartcase.it

 

SMART CASE è l’acronimo di Soluzioni innovative MultifunzionAli peR l’otTimizzazione dei Consumi di energiA primaria e della vivibilità indoor nel Sistema Edilizio. Il progetto ha come obiettivo lo studio di soluzioni per il contenimento dei consumi energetici del sistema edificio-impianto, con riferimento sia alle nuove costruzioni  che alla riqualificazione di edifici esistenti. Le linee di ricerca indagate coprono trasversalmente numerosi aspetti che, con modi e pesi differenti, concorrono alla  determinazione del fabbisogno energetico complessivo del manufatto edilizio e degli impianti ad esso asserviti.
Il progetto prevede:

  • studio di soluzioni innovative per l’involucro edilizio e per gli impianti tecnologici alimentati da fonti di energia rinnovabile;
  • studio della qualità dell’ambiente all’interno di spazi confinati e di soluzioni per il monitoraggio e controllo del sistema edificio-impianti;
  • elaborazione di criteri di valutazione e scelta di soluzioni per edifici a energia quasi zero.

 

  • Sviluppo di tecnologie integrate in strutture edilizie in grado di produrre almeno il 20% dell’energia necessaria agli edifici, utilizzando fonti rinnovabili;
  • Sviluppo di elementi innovativi per le tamponature ed i serramenti in grado di ridurre di almeno del 20% i consumi di energia termica rispetto ai consumi in presenza di tamponature e serramenti convenzionali;
  • Sviluppo di  materiali innovativi per l’edilizia caratterizzati da almeno il 20% in meno di energia richiesta in fase di produzione, rispetto ad analoghi materiali convenzionali.
  • Sviluppo di  una piattaforma software per l’integrazione dei dati energetici a scala urbana finalizzata al supporto delle attività di redazione del catasto energetico e di gestione e pianificazione degli interventi di riqualificazione energetica.
  • Realizzazione di un dimostratore in scala reale nelle regioni di convergenza coinvolte che integri in un involucro edilizio i risultati ottenuti dalla conduzione delle attività del progetto di ricerca, in termini di prototipi delle tecnologie e tecniche investigate e studiate.

 

L’edificio dimostratore a energia quasi zero sarà realizzato in un’area ubicata a ridosso del centro storico di Benevento, a pochi metri dall’Arco di Traiano. L’nZEB fornisce risposte innovative alle mutate condizioni contemporanee dell’abitare in termini architettonici, tecnologici, ed ambientali, integrando le più interessanti soluzioni indagate nell’ambito del progetto di ricerca Smart Case. Il progetto si basa su innovative strategie progettuali orientate alla sostenibilità ambientale, alla riduzione dei consumi energetici, all’ottimizzazione del sistema involucro-impianti al fine di massimizzare prestazioni e performance complessive dell’unità residenziale. La struttura è concepita in modo da consentire la massima flessibilità e la possibilità di diverse possibili configurazioni spaziali relative a nuove future trasformazioni e esigenze abitative.

 

Il dimostratore consiste nella progettazione  di un intervento di riqualificazione energetica e funzionale con caratteristiche innovative del complesso di edifici ospitante la sezione navale del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, comprendente anche i laboratori di esperienze idrodinamiche (vasca navale). Al fine di realizzare un modello virtuale del complesso di edifici, sono in corso di svolgimento approfondite attività di rilievo architettonico, strutturale ed impiantistico. Il modello, opportunamente validato, verrà utilizzato per analisi comparative tra diversi possibili scenari e soluzioni progettuali. Le peculiarità delle tecniche di rilievo utilizzate consentono di pervenire a modelli multidimensionali importabili in specifici codici di calcolo tra cui, con riferimento al complesso al sistema di edifici-impianti in oggetto, codici per la simulazione termo-energetica dinamica volti ad individuare le criticità esistenti ed a valutare la potenzialità di possibili misure di riqualificazione.